F.A.Q. Frequently Asked Questions

Qui puoi trovare le risposte alle domande più frequenti sulla nostra associazione, sulle attività che svolgiamo, su come puoi fare per aiutarci.
Clicca su una sezione per visualizzare tutte le risposte riguardanti quell’argomento.

Aiutaci a migliorare le nostre F.A.Q.: se hai una domanda alla quale non hai trovato risposta scrivici!

L’associazione

L’associazione

Come posso contribuire ad Altramente?

Puoi contribuire alla nostra associazione in vari modi:

  • Iscrivendoti all’associazione;
  • Partecipando come volontario o volontaria alle nostre attività (doposcuola, corsi di italiano, ecc.): contattaci e ti daremo tutte le informazioni per poter collaborare con noi;
  • Se hai un reddito puoi sostenere Altramente destinandoci il tuo 5xmille;
  • Puoi effettuare una donazione.
  • Se sei un/una giovane tra i 18 e i 28 anni puoi svolgere con noi il Servizio civile universale;
    Presso la mostra associazione svolgerai attività di educazione e promozione culturale, di promozione della pace tra i popoli, della nonviolenza e tutela dei diritti umani e di cooperazione e solidarietà.
  • Puoi svolgere un tirocinio DITALS (Didattica dell’Italiano a Stranieri).

Quanto dura la tessera associativa?

La tessera associativa di Altramente dura un anno solare: dal 1° gennaio al 31 dicembre.

Volontariato

Devo avere un determinato titolo di studio per poter fare il/la volontaria?

No, non è necessario alcun titolo di studio.

Che requisiti devo avere per fare volontariato?

Per partecipare alle nostre attività di volontariato non ci sono particolari requisiti se non quelli di essere disponibili ed empatici verso il prossimo e di rispettare gli usi e le tradizioni di tutte le persone, sopratutto se diverse dalle proprie.

Posso fare volontariato se sono minorenne?

Puoi fare volontariato affiancando persone maggiorenni, promuovendo cooperazione e solidarietà tra pari o fare educazione peer-to-peer.

Per partecipare alle attività di volontariato bisogna iscriversi ad Altramente?

Per fare volontariato ad Altramente non è necessario iscriversi, ma, se decidi di associarti, il contributo della tua tessera annuale, insieme a quello degli altri soci e socie, ci permette di sostenere tutte le iniziative che organizza e svolge l’associazione.

Volontariato

Servizio civile universale

Servizio civile universale

Cosa devo fare per svolgere il Servizio civile presso Altramente?

Devi scaricare il bando con il progetto presentato da Altramente e inoltrare la tua candidatura, che ti permette di partecipare ad una selezione.
Successivamente dovrai attendere il risultato della selezione, pubblicato sul nostro sito e sul sito del CIPSI.

Dove si trova il bando?

In caso di bandi aperti, puoi trovarli nella sezione Servizio civile di questo sito o nella sezione Servizio Civile del sito CIPSI (Ente capofila dei nostri progetti).

Che attività svolgerò durante il Servizio civile presso Altramente?

Le attività sono specificate nel bando, e sono principalmente percorsi educativi e interventi di animazione culturale verso i minori migranti.

Dove si svolgerà il Servizio civile?

Presso la sede operativa di Altramente, nel quartiere di Torpignattara, in Via Francesco Laparelli 60 a Roma.

Si può iniziare a svolgere il Servizio civile in qualsiasi momento?

No, deve esserci un Bando ministeriale aperto.

Quali sono i criteri di selezione?

Eccone alcuni:

  • Pregressa esperienza nello stesso o in analogo settore d’impiego;
  • Condivisione degli obiettivi perseguiti dal progetto;
  • Eventuali titoli di studio inerenti i campi d’azione del progetto;
  • Motivazioni generali per la prestazione del servizio civile volontario.

C’è un età minima e un’età massima per candidarsi?

Si, per la candidatura al Servizio civile bisogna aver compiuto 18 anni e non avere superato il 28º anno d’età.

Bisogna essere laureati o laureate per candidarsi?

No, ma una laurea in materie inerenti i nostri campi di azione darà punteggio maggiore in fase di selezione.

Bisogna aver terminato la scuola superiore per candidarsi?

No, ma l’eventuale frequenza scolastica verrà presa in considerazione in quanto potrebbe creare problemi con gli orari di servizio del Servizio civile in associazione.

Bisogna avere delle competenze specifiche per candidarsi?

No, ma l’idoneità alle attività di progetto verrà valutata in fase di selezione.

Quanto dura un progetto?

La durata dei progetti varia a seconda del progetto, per Altramente è generalmente di 12 mesi.

Che impegno di tempo richiede il Servizio civile?

L’impegno varia a seconda del progetto, per Altramente in genere il Servizio Civile si articola su 5 ore giornaliere, dal lunedì al venerdì.

Il Servizio civile è un’attività svolta in completa gratuità?

No, è previsto un contributo da parte del Dipartimento per le politiche giovanili e il servizio civile universale. L’ammontare del contributo è specificato nel bando.

Vivo in un’altra città, vitto e alloggio sono previsti?

No, le spese di vitto e alloggio sono a carico di chi svolge il Servizio civile.

Sono previste le ferie?

Si, nei progetti della durata di 12 mesi sono previsti 20 giorni lavorativi di ferie.

Doposcuola / Soccorso scolastico

A chi è rivolto il doposcuola di Altramente?

Il doposcuola è rivolto a bambine e bambini delle scuola primaria (a partire dalla classe seconda) e a ragazze e ragazzi della secondaria di primo grado (scuola media).

Che frequenza ha il doposcuola?

Il doposcuola ha la frequenza di una volta a settimana.

In quali giorni si svolge il doposcuola?

Il doposcuola, rivolto a studenti e studentesse delle scuole elementari e medie inferiori, si svolge dal lunedì al venerdì, dalle 14:15 alle 17:30, con modalità e frequenza definite nel calendario annuale.

Quanti bambini/ragazzi, bambine/ragazze ci sono ad ogni turno?

Contemporaneamente al massimo 12, divisi in piccoli gruppi assistiti dai nostri volontari e dalle nostre volontarie.

Quanto costa il doposcuola?

Il doposcuola è gratuito. Chiediamo solo un contributo volontario di cinque euro a partecipante per l’assicurazione e per l’acquisto di materiali di consumo.

Durante il doposcuola si fanno sempre i compiti per il giorno dopo?

Non necessariamente. A volte, soprattutto per i ragazzi e le ragazze di prima media e in accordo con professori e genitori, si lavora sul metodo di studio.

Mio figlio/mia figlia è arrivata da poco in Italia, è previsto un supporto linguistico?

Sì, cerchiamo di seguire individualmente chi ha bisogni linguistici.

Quando si effettuano le iscrizioni al doposcuola?

Le iscrizioni al doposcuola iniziano contestualmente all’avvio dell’anno scolastico.

Non ci sono più posti disponibili, come posso fare?

Se non ci sono più posti disponibili, inseriamo chi ne fa richiesta in una lista di attesa; successivamente se si liberano posti, inseriamo i ragazzi/ragazze in base alla lista, in ordine di lista.

La frequenza del doposcuola è obbligatoria?

A causa delle restrizioni in corso, i posti disponibili sono limitati, per questo chiediamo a chi si è iscritto o iscritta una costanza nella frequenza. In caso di ripetute assenze non comunicate e/o giustificate, preferiamo procedere alla sostituzione per consentire lo scorrimento delle liste di attesa.

Doposcuola / Soccorso scolastico

Corsi di italiano

Corsi di italiano

Chi può frequentare i corsi di italiano di Altramente?

I corsi sono rivolti esclusivamente a donne straniere.

Sono un uomo: posso iscrivermi al corso di italiano?

No, il corso è rivolto esclusivamente alle donne, ma per maggiori informazioni puoi visitare il sito http://www.scuolemigranti.org: il centro organizza corsi di lingua italiana per adulti migranti, sia donne che uomini.

Ho un figlio/figlia piccolo, posso portarlo a lezione con me?

No. A differenza degli anni passati, a causa delle restrizioni dovute alle misure di contenimento del COVID-19, purtroppo, NON puoi portare tuo figlio/tua figlia a lezione con te.

Sono previsti corsi in modalità online?

Sì, sono previsti.

Sono appena arrivata in Italia e non parlo italiano: ci sono corsi per principianti assolute?

Sì, i nostri corsi partono dal livello principianti.

Che frequenza ha il corso di lingue?

La frequenza è di una volta a settimana per due ore di lezione.

Quanto costa il corso di lingue?

Il corso è gratuito. Chiediamo solo un contributo volontario di cinque euro a partecipante per l’assicurazione e per l’acquisto di materiali di consumo.

Cosa devo portare a lezione?

Basta portare con sé solo un quaderno ed una penna.

Ci sono regole per l’accesso all’aula?

Sì, possono frequentare i corsi solo donne munite di Green pass. Gli ambienti vengono sanificati prima e dopo la lezione.

5×1000

Cos’è il 5×1000?

Il 5×1000 (o 5 per mille) è una quota percentuale dell’IRPEF (Imposta sul Reddito delle Persone Fisiche) che lo Stato Italiano ripartisce tra enti di ricerca scientifica, organizzazioni no profit ed enti del Terzo Settore che svolgono attività socialmente rilevanti.

È possibile destinare la quota del 5×1000 firmando in uno degli appositi riquadri che figurano sui modelli dichiarazione (730, CU e Redditi Persone Fisiche – ex UNICO) nella sezione denominata “Scelta per la destinazione del cinque per mille dell’IRPEF”.

Maggiori info: https://www.agenziaentrate.gov.it/portale/web/guest/scelte-8-5-e-2-per-mille-irpef-2021/5-per-mille-2021-cittadini

Come posso fare per destinare il 5×1000 ad Altramente?

Per destinare il proprio 5×1000 ad Altramente è necessario porre la propria firma nel riquadro “Sostegno del volontariato e delle altre organizzazioni non lucrative di utilità sociale, delle associazioni di promozione sociale e delle associazioni e fondazioni riconosciute che operano nei settori di cui all’art. 10, c. 1, Lett. A del D.LGS. n. 460 del 1997” che figura sui modelli di dichiarazione e scrivere il codice fiscale di Altramente: 97550990580.

Qual è il codice fiscale di Altramente?

Il codice fiscale di Altramente è 97550990580.

Come vengono utilizzati i fondi se non indico nessun codice fiscale nel mio 730?

Se si firma su uno specifico comparto senza inserire nessun codice fiscale, il 5×1000 viene redistribuito tra tutti i soggetti beneficiari del comparto in cui è stata inserita la firma. Se non si inserisce la firma, si verserà ugualmente il proprio 5×1000 ma la quota rimarrà allo Stato.

Quali sono le scadenze per destinare il 5×1000?

Si tiene conto delle scadenze per la presentazione della dichiarazione dei redditi: modello 730 e modello Redditi Persone Fisiche dell’anno in corso.
Anche chi non è tenuto a presentare la dichiarazione dei redditi può destinare il suo 5xmille utilizzando la scheda allegata al CU (o CUD).

Se non faccio la dichiarazione dei redditi, posso destinare ugualmente il 5×1000 ad Altramente?

Si, è possibile: i contribuenti che non devono presentare la dichiarazione possono scegliere di destinare l’8×1000, il 5×1000 e il 2×1000 dell’IRPEF utilizzando l’apposita scheda allegata allo schema di Certificazione Unica (CU) o al Modello REDDITI Persone Fisiche.
Per chi non ha l’obbligo di presentare la dichiarazione dei redditi, può, senza alcun tipo di onere da parte del contribuente, consegnare ad un ufficio postale o ad una banca la scheda integrativa per il 5×1000 contenuta nel CU in busta chiusa.
Basterà poi apporre sulla busta la scritta “Scelta per la destinazione del 5 per mille dell’IRPEF”, con indicazione di nome, cognome e codice fiscale del contribuente.

Quali sono gli obblighi dell’ente che riceve i fondi del 5×1000?

Tutti i soggetti beneficiari del 5×1000 sono tenuti a dimostrare, in modo chiaro e dettagliato, l’impiego delle somme percepite redigendo un apposito rendiconto ed una relazione illustrativa attraverso i quali i soggetti destinatari del contributo dimostrano l’utilizzo delle risorse ricevute entro 1 anno dalla loro percezione.

5×1000, 8×1000, 2×1000: quali sono le differenze?

In tutti e tre i casi si tratta di percentuali dell’IRPEF che il contribuente ha la possibilità di destinare ed è importante sapere che non si escludono.
Lo scopo dell’8×1000 è di offrire sostegno alla Chiesa di culto (confessioni e credo religiosi) e per devolverlo basta una firma nell’apposita sezione. Il 2×1000 è invece destinato al sostegno di partiti politici e ad associazioni culturali.
Le scelte non sono in alcun modo alternative tra loro e possono essere tutte espresse, senza determinare maggiori imposte dovute.

Maggiori info: https://www.agenziaentrate.gov.it/portale/web/guest/scelte-8-5-e-2-per-mille-irpef-2021/2-per-mille-2021-cittadini

Quanto vale il mio 5×1000?

Si tratta di uno schema esemplificativo indicativo basato sull’imposta netta del contribuente, al lordo di eventuali deduzioni, detrazioni, ritenute o crediti d’imposta:

Reddito annuo lordoImposta netta
(nessuna detrazione)
Il tuo 5 per mille
15.000€3.450€18,60€
20.000€4.800€24,00€
30.000€7.720€38,60€
40.000€11.520€57,60€
50.000€15.320€76,60€

In questa tabella sono riportati degli esempi di calcolo del 5 per mille. I dati inseriti servono a titolo esemplificativo basato sull’imposta netta del contribuente, non considerando eventuali deduzioni, detrazioni, ritenute o crediti di imposta.

5×1000

Donazioni

Donazioni

Vorrei fare una donazione ad Altramente, come posso fare?

Puoi effettuare un versamento su Conto Corrente Bancario o un Bonifico bancario alle seguenti coordinate:

  • Conto corrente bancario: 1000/106303 intestato ad Associazione Altra Mente – scuola per tutti presso Banca Intesa;
  • IBAN: IT89M0306909606100000106303;
  • BIC SWIFT: BCITITMM;

N.B. Ricordati che, per ricevere l’attestazione di donazione e godere dei benefici fiscali previsti dalla normativa vigente, è necessario indicare nella causale del versamento: Nome, Cognome, Indirizzo completo e un eventuale indirizzo e-mail valido e soprattutto il codice fiscale.

Ci sono delle agevolazioni fiscali se faccio una donazione ad Altramente?

Certamente: Altramente è una associazione di promozione sociale (APS) iscritta al Registro regionale dell’Associazionismo della Regione Lazio con il nr. di iscrizione 2717, in attesa del passaggio al RUNTS (Registro Nazionale Terzo Settore), e come tale tutte le donazioni a favore di Altramente sono fiscalmente deducibili o detraibili secondo i limiti indicati dalla legge, purché siano effettuate attraverso bonifici bancari, versamenti in conto corrente postale, assegni circolari o bancari intestati ad Altramente recanti la clausola “non trasferibile”, carte di credito, anche prepagate.

La quota annuale di tesseramento all’associazione non è né deducibile né detraibile.

Consigliamo sempre di custodire, ai fini fiscali, la ricevuta – postale o bancaria – delle donazioni. Per le donazioni tramite domiciliazione bancaria o postale, carta di credito, bonifico o assegno, l’estratto conto ha valore di ricevuta.

Emergenza COVID-19

Per entrare nella sede dell’associazione è necessario il Green Pass?

No dal 1° maggio 2022 non serve più il Green Pass: per svolgere le attività e per entrare fisicamente in sede basta indossare una mascherina (meglio se FFP2).

Emergenza COVID-19