Notice
AltraMente Scuola per tutti - Politica e società
Rapporto sul clima dell'Intergovernmental Panel on Climate Change PDF Stampa
Lunedì 30 Settembre 2013 07:48

Redazione - Il 23 settembre a Stoccolma, si è riunito l'Intergovernmental Panel on Climate Change (IPCC) che ha certificato ulteriormente l'impatto delle attività umane sul cambiamento climatico. Abbiamo recuperato i documenti ufficiali dell'IPCC, resi pubblici pochi giorni fa, in particolare:

Il comunicato stampa dell'IPCC

Il "summary for policy-makers" approvato dall'IPCC, ovvero le raccomandazioni inviate ai governi per contrastare il cambiamento climatico

Articoli interessanti

Le Monde: Réchauffement climatique : les experts du GIEC durcissent leur diagnostic

Le Monde: Qui sont les scientifiques qui ont rédigé le rapport du GIEC ?

BBC news: IPCC climate report: humans 'dominant cause' of warming

 
Procedura della Commissione Europea contro l'Italia per l'Ilva di Taranto PDF Stampa
Giovedì 26 Settembre 2013 12:24

Redazione - Pubblichiamo il comunicato stampa con il quale la Commissione Europea apre la procedura contro l'Italia per ridurre l'impatto ambientale dell'acciaieria ILVA di Taranto, il più grande stabilimento siderurgico europeo.

CLICCA QUI PER LEGGERE IL COMUNICATO

 
Le triomphe du centrisme en politique PDF Stampa
Mercoledì 25 Settembre 2013 10:40

le monde - Angela Merkel remporte un triomphe. Les Allemands l'ont plébiscitée, dimanche 22 septembre. A 59 ans, elle va être reconduite pour un troisième mandat à la tête de la quatrième économie du monde. C'est plus que de la continuité politique. C'est un immense satisfecit personnel qui lui est accordé. L'Allemagne d'Angela Merkel dominera l'Europe des quatre années à venirMieux que quiconque dans la classe politique d'outre-Rhin, la chancelière incarne son pays en ce début de XXIe siècle. Prudente, pragmatique, sans cesse en quête de consensus, elle est en phase avec ses concitoyens. Elle est la quintessence du centrisme dans une Allemagne que ne taraude aucun tropisme extrémiste – ni à gauche ni à droite. Heureux pays et singulière exception européenne !

 
Conflitto e Costituzione: assemblea cittadina 5 ottobre ore 10 a SCUP (Via Nola 5, Roma) PDF Stampa
Mercoledì 25 Settembre 2013 10:24

Nelle prossime settimane, i movimenti sociali risponderanno con la piazza al governo delle larghe intese e alle politiche europee di austerità che aggravano le condizioni di vita e di lavoro di donne e uomini. Poco tempo fa JP Morgan ha diffuso un documento  in cui si invitavano i Paesi Europei a sbarazzarsi delle loro Costituzioni figlie delle lotte contro le dittature fasciste e dunque influenzate da idee socialiste e dalla forza dei partiti della sinistra. Costituzioni che tutelano i lavoratori e la libertà di protestare, che lasciano i governi deboli rispetto ai Parlamenti e ai poteri locali. Molto lavoro è già stato fatto, dice la JP Morgan, grazie alle politiche di austerità e alle riforme strutturali messe in campo. Ma molto resta da fare per flessibilizzare il lavoro, dare libertà di licenziamento, privatizzare, deregolamentare, liberalizzare, ridurre l’indebitamento delle istituzioni finanziarie.

 
Riflessioni attorno a Papa Francesco PDF Stampa
Mercoledì 25 Settembre 2013 10:09

Roberto DoniniHo letto con grande emozione l’intervista di Papa Bergoglio sul quaderno 3918 de La Civiltà Cattolica. Ha confortato la prima impressione quando il papa si è affacciato da Francesco, da umile, ad un balcone del potere, soprattutto quelle parole sono risalite nella mia stessa storia incrociandola in tanti punti. “La missionarietà, la comunità e la disciplina” sono i principi che Francesco pone a base della sua scelta per la Compagnia di Gesù. La missione presso il popolo fu, per molti di noi , per me, l’abbassarsi al corpo sociale sofferente per rialzarlo, la comunità fu la lealtà assoluta per l’altro e la disciplina “il modo di ordinare il tempo”, proprio come dice Francesco ed intendo ordinare il proprio ego con quello della comunità.

 
Eroi e terroristi PDF Stampa
Lunedì 23 Settembre 2013 09:19

Pierluigi Sullo, democraziakmzero - Non c’è dubbio che la giornata di sabato 21 settembre 2013 sia una di quelle che inducono a riflettere. A porsi delle domande, diciamo. A Venezia un centinaio di persone, dotate di muta, salvagente, palloncini e boe, nuotava a una certa ora del pomeriggio nel mezzo del canale tra le Zattere e la Giudecca, a Venezia, impedendo così per un paio d’ore il passaggio delle super navi da crociera. Nelle stesse ore a Chiomonte, Val di Susa, erano invece in visita il capo della polizia, il nuovo prefetto di Torino ed ex vicecapo della polizia, il procuratore capo di Torino, per annunciare, dopo le incriminazioni per “terrorismo ed eversione” contestate ad un certo numero di oppsitori della Tav, che altri duecento soldati (alpini) andranno ad aggiungersi ai poliziotti e ai militari già schierati a difesa del cantiere in cui da lunedì si comincerà a scavare il “tunnel geognostico” o “di servizio” di un tunnel Tav di cui non si conosce per altro, perché non c’è, il progetto definitivo (così che Chiomonte, 931 abitanti, ospiterà, diciamo così, 415 militari e poliziotti).

 
Dichiariamo illegale la povertà PDF Stampa
Venerdì 20 Settembre 2013 09:19

INIZIATIVA “DICHIARIAMO ILLEGALE LA POVERTÀ” “Mettiamo fuorilegge la finanza predatrice. Diamo forza ad un'economia dei beni comuni. Costruiamo le comunità dei cittadini”. Critiche al ministro Saccomanni. Incontro con la ministra Kyenge.

Roma, 19 settembre 2013 – È stata presentata stamane a Roma l'Iniziativa Internazionale DICHIARIAMO ILLEGALE LA POVERTÀ (DIP). Riccardo Petrella, uno dei coordinatori e promotori dell’iniziativa, ha presentato le tre campagne: a) Mettiamo fuorilegge la finanza predatrice; b) Diamo forza ad un'economia dei beni comuni; c)  Costruiamo le comunità dei cittadini.  Le prime azioni prioritarie dell’iniziativa  sono: 1. Togliere ai meccanismi della Borsa i settori relativi ai beni e servizi essenziali  e insostituibili per la vita; 2. Eliminare le cooperative di lavoro da caporalato; 3. Chiudere a livello anche europeo i Cie. Inoltre in anteprima è stato presentato sotto forma di ebook il libro "Le fabbriche della povertà", che si può trovare scaricare dal sito www.banningpoverty.org

 
12 ottobre: Costituzione via maestra PDF Stampa
Giovedì 19 Settembre 2013 12:17

VAI AL SITO COSTITUZIONE VIA MAESTRA - Ecco il testo dell'appello che ha convocato l'assemblea dell'8 settembre da cui scaturisce il percorso di mobilitazione per la difesa e l'applicazione della Costituzione.  

1. Di fronte alle miserie, alle ambizioni personali e alle rivalità di gruppi spacciate per affari di Stato, invitiamo i cittadini a non farsi distrarre. Li invitiamo a interrogarsi sui grandi problemi della nostra società e a riscoprire la politica e la sua bussola: la Costituzione. La dignità delle persone, la giustizia sociale e la solidarietà verso i deboli e gli emarginati, la legalità e l’abolizione dei privilegi, l’equità nella distribuzione dei pesi e dei sacrifici imposti dalla crisi economica, la speranza di libertà, lavoro e cultura per le giovani generazioni, la giustizia e la democrazia in Europa, la pace: questo sta nella Costituzione.

 
Elezioni in Germania: #IvoteforGermany, tanto in Italia è inutile PDF Stampa
Giovedì 19 Settembre 2013 10:03

Veronica Gentili, ilfattoquotidiano - In Italia, con buona pace di quelli a cui la crisi davvero ha stravolto e sta stravolgendo la vita, ce la balliamo, ce la cantiamo e ce la suoniamo. Tra un Congresso del Pd, le cui regole sono avvolte da nebulose planetarie, tra un Epifani che polemizza con uno Schifani, un Renzi promesso salvatore della Patria, una Santanchè per la quale ancora non si è trovato un esorcismo che funzioni, un Cavaliere in meditazione nel suo pied a terre alla ricerca della pietra filosofale, le carriere di una magistratura che ci si attanaglia se far dormire in letti separati o tutte insieme nel matrimoniale, una Costa Concordia estratta dal fondale a reti unificate, l’Italia impiega le sue giornate.

 
IO voto in Germania PDF Stampa
Lunedì 16 Settembre 2013 10:11

Io Voto in Germania!

In Europa non c'è democrazia? Decidono tutto i tedeschi? Allora Vota in Germania!
Si ha la sensazione che la direzione dell’UE dipenda più dalle elezioni tedesche che dalle elezioni europee del 2014. Questa situazione è sintomo di una chiara disparità di potere all’interno dell’UE fra paesi “centrali” in grado di definire il contesto politico europeo e paesi periferici che ne subiscono le decisioni.

Siamo cittadini europei che vivranno queste politiche sulla propria pelle. Vogliamo quindi il diritto democratico di partecipare alla loro definizione.

Richiediamo quindi il diritto di voto alle elezioni tedesche del 22 settembre 2013.

Richiedi il diritto di voto in Germania su questo sito E chiedi ai tuoi amici di firmare!
- Segui la campagna su facebooktwitter e condividi i contenuti


Fai sentire la tua voce e influisci sul dibattito sulle elezioni tedesche mandando un messaggio chiaro alla Cancelliera Merkel e alle istituzioni europee. Vogliamo democrazia in Europa!

 
«InizioPrec.12345678910Succ.Fine»

Pagina 9 di 70


AltraMente - scuola per tutti • Sede legale: Corso d'Italia, 29 • 00198 Roma

P. IVA: 10582921002 • C.F.: 97550990580 • info@altramente.org

 

Cerca nel sito

Pezzettini. Festa della Lettura a Torpignattara