Notice
AltraMente Scuola per tutti - Politica e società
Kabul, l’occupante assediato nella sua ‘città proibita’ PDF Stampa
Lunedì 20 Gennaio 2014 13:23

Enrico Campofreda - Ventuno persone, tredici stranieri e otto locali, sono le vittime di un assalto avvenuto ieri sera in un ristorante libanese della ‘città proibita’ di Kabul, l’area iper protetta dove sorgono ambasciate e sedi della cooperazione internazionale. Mentre un kamikaze si faceva esplodere sull’uscio, provocando morte e panico, entrava in azione un commando guerrigliero che ha continuato il tiro a bersaglio.

 
Buon centenario OH1! PDF Stampa
Venerdì 20 Dicembre 2013 11:01

Ormai da alcuni anni, la Scuola di Paleoantropologia dell’Università di Perugia organizza un field-workshop estivo nelle Gole di Olduvai in collaborazione con l’Università di Dar es Salaam. Le Gole di Olduvai, situate lungo il bordo della Gregory Rift Valley della Tanzania settentrionale, in Africa Orientale, rappresentano uno dei più importanti siti d’interesse paleoantropologico dell’intero pianeta, tanto da essere comunemente note con l’appellativo di “Cradle of Humankind” (“Culla dell’Umanità”). Gli strati rocciosi affioranti in queste gole costituiscono degli straordinari archivi dell’evoluzione umana, in grado di documentare oltre 2 milioni di anni di storia naturale dei nostri antenati, oggetto di studi e ricerche già a partire dai primi anni del Novecento.

 
Ciascuno cresce solo se sognato PDF Stampa
Venerdì 20 Dicembre 2013 10:43

Antonello Sotgia, dinamopress - Still Life, un film di Ubaldo Pasolini: Una bellissima storia sulla bellezza del vivere. John May è un uomo solo. Per il Comune di Londra, si occupa di recuperare, quando ci riesce, qualcuno che possa magari solo presenziare al funerale di chi è morto in solitudine. Quei corpi che ivicini di casa, pur non ricordando nelle loro fattezze, si trovano all’improvviso sbattuti in faccia da quell’odore di morte che, prepotentemente, esce fuori da una porta che non hanno mai varcato e da finestre verso cui non hanno mai alzato neppure uno sguardo. L’odore di chimuore non avendo nessuno accanto. Lui se ne prende cura, setaccia le loro vite per vedere se esiste qualcuno che sappia qualche cosa, fino ad arrivare ad organizzarne la cerimonia delle esequie.

 
Anonymous e la campagna #OpSafeWinter PDF Stampa
Martedì 10 Dicembre 2013 20:39

Stefano Bocconetti - Un nuovo, vecchissimo modo di far politica. O forse semplicemente “di fare”. E come ogni metodo che si rispetti, parte dall’analisi di quel che c’è: la realtà dei numeri ci dice che solo negli States c’è un esercito di quasi settecentomila homeless, di senza casa. Più dieci milioni di poveri. E ogni anno, duemila di loro non ce la faranno a superare l’inverno.

 
I polli di Renzi PDF Stampa
Lunedì 09 Dicembre 2013 13:20

Roberto MusacchioRenzi ha vinto. Questo dato di fatto è indubitabile, aldilà del numero degli elettori. Ha vinto riuscendo, insieme, sia  ad esprimere una reale egemonia, come si sarebbe detto un tempo, sia “spiazzando” i suoi competitor, e cioè mettendo insieme quelle che, sempre usando espressioni del nostro mondo antico,  si chiamano mossa del cavallo e capacità corsara.

 
Patrimonio comune è partecipazione PDF Stampa
Venerdì 06 Dicembre 2013 13:44

La rete “Le Città in Comune” - che riunisce le liste di cittadinanza anti-austerity – si mobilita sul tema del federalismo demaniale, che regola il passaggio di immobili dallo Stato agli Enti locali. Entro il 30 novembre, infatti, gli Enti locali avrebbero potuto presentare domanda per partecipare alla Manifestazione di interesse indetta dall’Agenzia del demanio, che metteva gratuitamente a disposizione immobili pubblici inutilizzati.

 
Ecco perchè il decreto sulla terra dei fuochi è del tutto insufficiente PDF Stampa
Mercoledì 04 Dicembre 2013 11:55

Antonio Musella, globalproject - Portare 100mila persone in piazza, senza le grandi risorse delle organizzazioni sindacali o dei partiti non è semplice. La piazza del 16 novembre scorso a Napoli, quel fiume in piena che gridava stop al biocidio, è forse la più grande espressione di richiesta di democrazia dal basso nel nostro paese nella storia recente. Eppure il governo Letta è riuscito a non ascoltarla. Il decreto sulla terra dei fuochi, pomposamente presentato dal primo ministro come “un’azione dello Stato senza precedenti” esula la stragrande maggioranza dei punti posti dalla mobilitazione del 16 novembre. Ma andiamo con ordine. Il movimento stop biocidio pone alcuni nodi centrali: la democrazia, le bonifiche, il diritto alla salute,  interventi per il settore agricolo, ed il no all’inceneritore di Giugliano.

 
A Bali, ribellarsi ragionando PDF Stampa
Martedì 03 Dicembre 2013 10:21

Monica Di Sisto e Alberto Zoratti, Comune-info - Da più di dieci anni reti di Ong, sindacati e movimenti, partecipano alle Conferenze ministeriali che l’Organizzazione mondiale del Commercio (Wto) organizza a cadenze regolari intorno al pianeta. Da Questo Mondo Non E’ In Vendita, motore del collasso del vertice di Seattle, a la Via Campesina, dai sindacati internazionali, alle Ong, alle organizzazioni ambientaliste, ai movimenti di base, tutti  a combattere contro la ‘splendida cornice’.

 
Reddito minimo: tante definizioni un solo obiettivo, ma capiamoci PDF Stampa
Lunedì 02 Dicembre 2013 11:03

Nicoletta Teodosi - Il tema sul reddito minimo è diventato di grande attualità nel dibattito politico nazionale e ciò non può che fare piacere visto che dal 1992 in sede europea se ne parla. L’Italia non ha mai recepito le Comunicazioni della Commissione né del Parlamento europeo. Certo ha giuridicamente un’attenuante: le Comunicazioni non sono vincolanti per gli Stati membri. Politicamente, però, non ha attenuanti visto che siamo tra gli ultimi Paesi a non avere una misura che garantisca un reddito a chi vive in una condizione di povertà.

 
Il papa: "Risolvere le cause strutturali della povertà" PDF Stampa
Venerdì 29 Novembre 2013 12:15

No a una “carità à la carte”: l’esperienza cristiana deve provocare “conseguenze sociali”. Essere solidali non significa compiere gesti “sporadici” di generosità: inclusione sociale dei poveri e dialogo “determineranno il futuro dell’umanità". “È indispensabile prestare attenzione per essere vicini a nuove forme di povertà e di fragilità in cui siamo chiamati a riconoscere Cristo sofferente, anche se questo apparentemente non ci porta vantaggi tangibili e immediati: i senza tetto, i tossicodipendenti, i rifugiati, i popoli indigeni, gli anziani sempre più soli e abbandonati, ecc. I migranti mi pongono una particolare sfida perche´ sono Pastore di una Chiesa senza frontiere che si sente madre di tutti”.

 
«InizioPrec.12345678910Succ.Fine»

Pagina 3 di 70


Altra Mente scuola per tutti - APS

info@altramente.org • P. IVA: 10582921002 • C.F.: 97550990580

 

Cerca nel sito

Pezzettini. Festa della Lettura a Torpignattara